Background

Il Master BEAM nasce nell’anno accademico 2014-2015 come evoluzione del Master Processi Costruttivi Sostenibili che era ormai giunto alla sua terza edizione vedendo aumentare il numero dei partecipanti interessati ad approfondire gli aspetti della sostenibilità del progetto, del controllo numerico della prestazione del progetto e dei sistemi di rating ambientale.

Inizialmente costruito intorno al know-how sviluppato da professionisti di diverse discipline afferenti alla Progettazione Parametrica Ambientale, il Master è stato attivato nel 2011 dall’Università Iuav di Venezia e Confindustria Belluno Dolomiti in collaborazione con la Fondazione per l’Università e l’Alta Cultura in Provincia di Belluno con l’intento di accorciare le distanze tra centri formativi istituzionali e mondo della progettazione, del cantiere e della produzione edilizia, impegnati sul fronte comune dei processi sostenibili.

Il rapporto costante con le imprese, le aziende e gli studi di progettazione coinvolti nella didattica, caratterizza il Master definendone l’obiettivo di agevolare l’incontro tra domanda e offerta di figure professionali strategiche nelle realtà del settore delle costruzioni sostenibili.

Le prime tre edizioni del master hanno visto la partecipazione sempre più numerosa: 9 iscrizioni il primo anno, 20 il secondo e 25 il terzo, a fronte di circa un centinaio di richieste di iscrizione pervenute.

Gli studenti che hanno partecipato sono professionisti provenienti da tutte le regioni d’Italia (addirittura due dal Brasile) e finora la maggior parte di loro ha già trovato un impiego o è impegnato in studi, aziende e imprese di costruzioni italiane ed estere. Infatti un ruolo fondamentale e altamente specializzante è stato dato all’esperienza di stage per il quale sono stati coinvolti partner con sede all’estero (Londra, Parigi, Michigan University, Shanghai,…) che hanno permesso lo sviluppo di alcuni temi presenti nel programma didattico.

Il coordinamento e lo staff del master hanno visto in questi anni il coinvolgimento e la passione di docenti provenienti sia dal mondo accademico sia da quello professionale, che ha dato frutto a una delle offerte formative più innovative in Italia nel campo della progettazione sostenibile.

Dal 2015, la cessazione della partnership con Confindustria Belluno Dolomiti e con la Fondazione per l’Università e l’Alta Cultura di Belluno hanno contribuito a riportare il Master a Venezia e con l’occasione a rivederne la programmazione didattica ridefinendone in parte contenuti e modalità didattiche. Dal 2015 infatti il master Processi Costruttivi Sostenibili prende il nome di BEAM, acronimo di Building Environmental Assessment and Modeling, denominazione che ne fa intravedere i contenuti orientati alla modellazione e valutazione dell’ambiente costruito.

Dei 15 studenti BEAM2015, che hanno ricevuto il titolo lo scorso 28 aprile 2016, in 7 hanno già ricevuto delle offerte di lavoro grazie allo stage attivato durante il master. Attualmente gli studenti iscritti sono 14. L’impegno continua con il coinvolgimento di nuovi partner con la volontà di arricchire e migliorare le proposte formative e con l’obiettivo di presentare sul mercato professionisti sempre più preparati negli ambiti strategici dell’efficienza energetica, della modellazione BIM e delle valutazioni ambientali e prestazionali fortemente integrate all’interno del processo edilizio.